Affido condiviso

 

Purtroppo in Italia non è stata fatta ancora chiarezza sull’argomento, siamo in balia delle varie interpretazioni dei giudici, l’affido condiviso in alcuni casi viene ancora applicato simil a quello esclusivo, con permanenza dei figli presso la madre e con una percentuale del 20/30% di giorni/mese con il padre…

Ce ne possiamo rendere conto facendo delle semplici ricerche su Google per leggere delle varie sentenze, casi, tragedie umane, racconti di padri che riescono a vedere i figli pochi giorni al mese…

Chiaramente la legge deve tutelare i figli, le donne che spesso sono vittime di mariti violenti… Ma deve tutelare anche i padri, quelli buoni, quelli che hanno il diritto di pregiarsi di tale titolo e che hanno il sacrosanto diritto di stare con i propri figli!

Inoltre c’è da dire che l’affido condiviso nasce anche per sottolineare e far applicare questo principio:

«In caso di separazione personale dei genitori il figlio minore ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno di essi, di ricevere cura, educazione e istruzione da entrambi e di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale»

Partecipa al sondaggio!!!

Affido condiviso, italiani ancora in balia delle varie interpretazioni... Credi sia giusta la permanenza dei figli 50% con la madre e 50% con il padre?

View Results

Loading ... Loading ...

 

Dopo che hai espresso il tuo voto, se vuoi lascia anche un tuo commento sull’argomento!!!

Condividi l'articolo nei tuoi social:
Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter